Claudio Tatozzi

Partner

 

Formazione
Università Statale di Milano
Laurea in Giurisprudenza (110/110 con lode), 1992

 

Abilitazione
Iscrizione all’Albo degli Avvocati di Milano, 1996
Cassazionista

 

Lingue
Italiano, Francese

 

Aree di attività
Contenzioso e arbitrati
Diritto bancario e finanziario
Diritto societario e commerciale
Fusioni e acquisizioni
Ristrutturazioni e procedure concorsuali

Socio fondatore di Craca Di Carlo Guffanti Pisapia Tatozzi, ha iniziato la propria attività nel 1992 presso lo Studio Calì-Jaeger-Molinari di Milano, collaborando con gli avv.ti prof. Francesco Denozza e Roberto Sacchi. Dall’ottobre 1999 al dicembre 2002 è stato partner dello Studio Libonati-Jaeger di Milano, mentre dal gennaio 2003 è stato junior partner dello Studio Pedersoli Lombardi e Associati. Dal gennaio 2004 al maggio 2006 è stato partner dello Studio Lombardi Molinari e Associati. Nel 2006 ha fondato lo Studio Craca Pisapia Tatozzi, boutique legale specializzata in particolare nel contenzioso e negli arbitrati, dove ha operato quale name partner sino al dicembre 2013. L’esperienza professionale maturata è riferita sia al settore giudiziale sia a quello stragiudiziale ed è stata caratterizzata da un particolare approfondimento delle tematiche attinenti il campo del diritto societario, dei mercati finanziari e fallimentare.

 

Nel contenzioso può vantare una significativa e consolidata specializzazione nelle controversie relative ad azioni di responsabilità nei confronti di amministratori e sindaci di società; giudizi di impugnazione di delibere assembleari e di consiglio di amministrazione; procedimenti ai sensi dell’art. 2409 c.c.; giudizi in materia di mercati mobiliari e intermediazione finanziaria (d. lgs. 58/1998 e relativi regolamenti di attuazione); controversie in materia di appalti e altri contratti commerciali, contratti di acquisizione di partecipazioni sociali, patti parasociali, interpretazione di clausole statutarie etc.; azioni connesse a procedure concorsuali (giudizi di opposizione allo stato passivo, azioni revocatorie ai sensi degli artt. 64, 66 e 67 L.F., azioni risarcitorie nei confronti di istituti di credito per concorso nella causazione e/o nell’aggravamento del dissesto etc.). Opera anche in campo arbitrale in qualità di difensore e di arbitro (anche su designazione della Camera Arbitrale Nazionale ed Internazionale di Milano).
 

L’attività stragiudiziale si è concentrata - oltre che nel settore delle operazioni di natura straordinaria (acquisizione di pacchetti azionari, aziende, joint venture e riorganizzazioni societarie e aziendali), nonché in quello del banking e del finance (acquisition finance, finanziamenti immobiliari) - nella consulenza in materia di gestione della crisi di impresa, con un particolare focus sulle operazioni di ristrutturazione del debito (anche in qualità di advisor legale del ceto bancario) e sulle procedure di concordato preventivo. E’ autore di svariate pubblicazioni in materia di diritto societario e fallimentare.